mercoledì 25 gennaio 2017

Galletinas Sarde


Adoro condividere e scambiare ricette con le amiche, specie quelle classiche e tipiche di qualche paese, oggi voglio farvi conoscere, per chi non li conoscesse, dei favolosi biscotti, Is gallettinas,  dette anche gallettine, un biscotto tipico della Sardegna che viene servito con caffè, the o semplicemente a colazione inzuppati nel latte, ma anche sgranocchiarli da soli, vi assicuro che uno tira l'altro e, se proprio devo dirla tutta, ci ho fatto anche il tiramisù ed è venuto DIVINO, in parole povere, questi biscotti sono una vera e pura goduria.  La ricetta che vi propongo, è della mia amica Titti, o meglio della sua cara mamma, qualcuno mi ha detto che le vere gallettine non hanno questa forma, si fanno in questo modo, c'è chi mette il latte, ecc...io dico sempre che quando parliamo di ricette antiche, ogni casa ha la sua versione, questa è la ricetta che generosamente la mia amica mi ha donato e che ho mangiato, sono biscotti semplicissimi, quelli che si facevano un tempo, ma nonostante la semplicità degli ingredienti, il loro sapore è fantastico, sono croccanti all'esterno ma friabili nello stesso tempo... provateli!




GALLETTINAS
Tempi di preparazione :10 min
tempi di cottura: 15 min
grado di difficoltà: basso

Ingredienti:
 750 g di farina 00
3 uova
250 g di strutto
300 g di zucchero più qualche cucchiaio per decorare
10 g di ammoniaca
1/2 bustina di lievito x dolci
zeste di  un limone grattugiato
albume per spennellare

Procedimento :
In una ciotola capiente, lavorate lo strutto con la farina, aggiungete un uovo per volta, poi inserite lo zucchero , il sale e infine l'ammoniaca , lavorare fino ad ottenere un impasto omogeneo.Non fate riposare in frigo,( solo in estate lo lasciate circa 15-20 min in frigo) stendete l'impasto direttamente, formate a piacere, pennellate con albume, cospargetevi sopra lo zucchero semolato e infornate a 170°C per 12-15 minuti o fino a doratura



NOTE: La ricetta originale prevede lo strutto, ma si può sostituire con burro o margarina.

Nessun commento:

Posta un commento